giovedì 1 settembre 2011

RISORGIMENTALINE: ROSE MONTMASSON CRISPI (1823-1904)

Rose Montmasson, nata a  Saint-Jorioz, in Savoia,  nel 1823,  lavorava come stiratrice e lavandaia presso il carcere di Palazzo Madama a Torino, dove conobbe,   il patriota siciliano, Francesco Crispi, che era lì detenuto per attività sovversive. Si innamorarono  e quando Crispi , uscito di prigione,  fu espulso da Torino, Rosa lo seguì a Malta , dove si sposarono.  Dopo un periodo passato a Parigi e Londra,  tornarono , allo scoppio della seconda guerra d’indipendenza, in Italia, e da quel momento  Crispi, coadiuvato da Rosa,  si impegnò alla preparazione  dell’impresa dei mille  guidata da Garibaldi.    Imbarcatasi , all’insaputa, sembra, del marito,   sulla nave “Piemonte”  Rosa, a cui fu dato dai siciliani  e dai garibaldini, il sopranome di Rosalia,  si distinse nella battaglia di Calatifimi e in quelle successive.  Dopo la proclamazione del Regno d’ Italia Crispi, da repubblicano che era, divenne sempre più  un devoto e autoritario sostenitore della monarchia.  Nel 1878 fece annullare il matrimonio celebrato a Malta  con Rosalia e sposò  la giovane Lina Barbagallo. Rosalia, inconsolabile per il tradimento dell’uomo, tanto amato,  morì povera e dimenticata  nel 1904.

Nessun commento:

Posta un commento